21 novembre 2015

Come migliorare la sezione notizie

Tra nonne neodigitali spacciatrici di gif a ciclo continuo e conoscenti con opinioni divergenti dalla nostra come le gambe di Heather Parisi quando fanno la spaccata, la bacheca di Facebook può trasformarsi in una vera e propria discarica di contenuti orrendi, in tutti i sensi incondivisibili.

La tentazione di mollare tutto e tornare alla golden age della comunicazione (qualunque cosa intendiate con queste parole) è forte ma sbagliata perché sui social media non si sta come un tempo davanti alla tv, passivi e contenti, ma come direttori d’orchestra, attenti alle stonature e responsabili della qualità finale dell’esecuzione.

Esistono tanti modi per punire i contenuti di bassa qualità e premiare quelli che se lo meritano e basta solo iniziare a usarli per ritrovarsi con una sezione Notizie di Facebook tutta nuova, bella e utile, e fare pace con i social media.

prima le persone

Sui social media in fin dei conti abbiamo a che fare con altri esseri umani e silenziare in automatico tutti i contenuti prodotti da un individuo non è detto che sia la soluzione più giusta. Prima di procedere in questa direzione pensiamo alla persone dietro quei contenuti e se non stiamo parlando di un semplice estraneo finito chissà come tra i nostri amici, se c’è anche solo un milligrammo di coinvolgimento emotivo, se è una persona con la quale abbiamo avuto in passato conversazioni anche accese ma in fin dei conti interessanti e rispettose, facciamo un bel respiro e pensiamoci su prima di silenziare, bannare, segnalare.

È raro trovarsi di fronte a persone in grado di dissentire restando civili e quando ne troviamo una, è bene ricordare a se stessi che abbiamo trovato un tesoro. Circondarsi da persone così allargherà i nostri orizzonti e farà di noi persone migliori con punti di vista più solidi e meglio argomentati.

togliamo spazio al brutto

Di fronte a una persona con cui non abbiamo praticamente nulla in comune e che per giunta produce contenuti allucinanti le strade percorribili sono due: possiamo rimuovere dagli amici oppure modificare la frequenza con cui i suoi aggiornamenti di status compaiono nella nostra sezione Notizie.

La rimozione dagli amici può sembrare un gesto estremo ma conviene ricordare che spesso gli amici nei confronti dei quali ci poniamo il dubbio sono persone già poco presenti nella nostra vita quotidiana, amici d’infanzia, colleghi di colleghi di colleghi, compagni di chissà quali ciucche passate. In tal caso, rimuoviamo dagli amici senza ulteriori indugi.

Se invece per diplomazie familiari o lavorative vogliamo restare amici di questa persona, possiamo intervenire sulla frequenza con cui i suoi aggiornamenti di status compaiono nella nostra sezione Notizie.

Basta andare sull’aggiornamento di status che tanto ci ha fatto infuriare,  cliccare sul segno di spunta in alto a destra, e scegliere tra le opzioni che mi si presentano quella che più mi piace: posso nascondere quel post e così facendo dire a Facebook che da questo momento in poi vorrei vedere meno contenuti come quello appena nascosto oppure posso non seguire più l’amico molesto, così facendo restando suo amico ma senza che suoi post ammorbino la mia sezione Notizie.

Esiste anche un’altra opzione che compare quando l’amico molesto ha condiviso contenuti di una delle pagine che segue: in questo caso posso nascondere tutti i post di quella pagina: continuerò a vedere i suoi aggiornamenti ma non quelli di quella pagina che segue con tanto gusto.

diamo spazio al bello

Bene, abbiamo fatto decluttering della nostra bacheca e liberato spazio da destinare alle cose che ci piacciono davvero: se una persona o una pagina pubblicano aggiornamenti particolarmente interessanti e ben fatti Facebook ci permette di metterli, diciamo così, in corsia preferenziale.

Basta andare sul profilo o sulla pagina che tanto ci piace, cliccare segui già e spuntare l’opzione mostra per primi. Se si tratta di una pagina aziendale basta cliccare ti piace, quindi post nella sezione notizie infine mostra per primi.

Segue infografica.

IMG_1400

Pubblicato il 21 novembre 2015

Categoria: Spiegato semplice

Tag:

Iscriviti alla mia newsletter

Aggiornamenti sulle cose che faccio, e niente spam.