3 maggio 2015

rima sì rima no

“Oppure è soltanto un tremulo budino di crema al mandarino?”

La rima non è cosa da maneggiare con leggerezza: molto presto diventa intollerabile, un fritto misto di banalità e stucchevolezza, filastrocche e canzoni sanremesi. Dirò di più: quando mi capita di trovarne una nei testi che scrivo la elimino subito come un’odiosa imperfezione di cui liberarsi il primo possibile. Eppure, nel caso di questa frase che ho scoperto mentre leggevo Prendete quel Coccodrillo! a mio nipote le cose mi sembrano diverse: penso dipenda dall’incrocio tra la rima budino / mandarino (che comunque è una rima originale e sboccia in un sorriso) e l’allitterazione tremulo / crema resa ancora più interessante dal fatto che così facendo il tremulo trapassa dal budino alla crema.

“Oppure è soltanto un tremulo budino di crema al mandarino?”
da Prendete quel Coccodrillo! di Anushka Ravishankar e Paul Biswas

Pubblicato il 3 maggio 2015

Categoria: Parole

Iscriviti alla mia newsletter

Aggiornamenti sulle cose che faccio, e niente spam.