8 Aprile 2014

Quante persone leggono i nostri aggiornamenti?

Diciamocelo, questa è una di quelle domande che prima o poi assalgono chiunque abbia a che fare con i social media: e se tutto il tempo dedicato a scrivere testi, scegliere foto, pianificare data e ora di pubblicazione fosse solo un enorme spreco di tempo? e se non scoprissimo che non ci legge nessuno?

Si tratta di una domanda che per fortuna ha una risposta chiara: non temete, vi leggono. Il problema è capire chi sono quelli che vi leggono. Provo a darvi un paio di indicazioni, così giusto per orientarsi.

La buona notizia

Le pagine aziendali sono pubbliche: questo significa che i suoi contenuti sono potenzialmente accessibili a chiunque, anche a chi non è iscritto a Facebook e anche a chi non ha mai dato il suo mi piace  alla pagina in questione.

Si tratta di una buona notizia perché significa che quello che scriviamo è raggiungibile da chiunque sia talmente interessato alle nostre attività da arrivare sulla nostra pagina, anche nel caso in cui abbiamo un numero basso di fan.

La cattiva notizia

Facebook non è un attore neutrale nella gestione dei contenuti che riversiamo ogni giorno sui suoi server: ascolta, osserva, vede con chi interagiamo di più e interviene pesantemente nella selezione delle cose che vediamo quando arriviamo sulla nostra bacheca. Sì, avete capito bene: tra me e la mia best friend forever c’è Facebook a fare da filtro, che decide cosa farmi leggere e in quale momento della giornata.

Ecco finalmente spiegata la ragione per cui pur avendo un milione di mi piace il mio ultimo aggiornamento è stato letto solo da 20 persone, di cui solo dieci erano fan della pagina. Qual è la percentuale di fan che raggiungo in media con i miei aggiornamenti? Dati ufficiali non ce ne sono: i pessimisti non vanno oltre il 6% dei mi piace, gli ottimisti si spingono fino al 17%.

Un ultimo dato per completare il quadro

Prima dare un mi piace equivaleva a dire a Facebook “sì, ti autorizzo a prendere gli aggiornamenti di questa pagina e propormeli come e quando vuoi sulla mia bacheca”. Da qualche tempo a questa parte però Facebook permette di non seguire gli aggiornamenti di una pagina anche se le abbiamo dato il nostro mi piace: resto collegato a quella pagina ma non vedrò comparire i suoi aggiornamenti sulla mia bacheca.

Cosa significa questo per i nostri aggiornamenti, ve lo spiego in questo riepilogo finale: io scrivo un bellissimo aggiornamento di status e lo pubblico, cioè lo metto nelle mani dei potentissimi algoritmi di Facebook che decidono a chi dei miei fan proporlo e in quali orari, al netto dei fan che hanno deciso di non seguire i miei aggiornamenti.

Considerazioni finali

Primo, i mi piace sono una misura sempre meno attendibile del successo o meno di quello che scrivo: posso avere pochissimi fan ma moltissimi lettori. Secondo, i mi piace non coincidono più con una platea più o meno assicurata perché posso essere fan di una pagina senza seguirne gli aggiornamenti.

Pubblicato il 8 Aprile 2014

Categoria: Spiegato semplice

Tag: ,

Iscriviti alla mia newsletter

Aggiornamenti sulle cose che faccio, e niente spam.